Dieta Chetogenica: Cos’è, tipologie e cosa mangiare

La dieta chetogenica è presente in numerose varianti, ma alla base di esse vi è sempre la drastica riduzione di carboidrati, aumentando, invece, l’apporto di proteine e grassi sani nel corpo.
L’obiettivo principale di questa dieta, infatti, è quello ottenere più calorie da questi elementi che dai carboidrati ed è volta a esaurire le riserve di zucchero nel corpo, utilizzando il grasso per l’energia necessaria all’organismo, trasformandolo in una vera macchina brucia grassi.

Quando si cerca di perdere peso con una comune dieta restrittiva, il corpo non lavora come dovrebbe; esso è programmato per essere attraversato da energia e bruciare grassi in maniera naturale.

Secondo i princìpi della dieta chetogenica, non si ha, dunque, bisogno di perdere peso eliminando di netto le calorie in eccesso, perché questo approccio ignora la radice del problema e fa andare contro quelli che sono i meccanismi naturali del corpo.In sostanza, la dieta Chetogenica si fonda sul principio che non bisogna mangiare meno per dimagrire, ma mangiare meglio; questo stile di vita, inoltre, riduce i rischi cardiovascolari, abbassa la glicemia nelle persone con diabete e aumenta le attività cerebrali, favorendo la concentrazione.

Come funziona la dieta chetogenica?

Il meccanismo di questa dieta provoca il fenomeno della “chetosi”, ovvero una condizione metabolica che induce il corpo a produrre corpi chetonici; quest’ultimi sono acidi organici prodotti in grande quantità dal fegato quando è privato di carboidrati e zuccheri, quindi di glucosio.

I chetoni hanno lo scopo di fornire energia, aumentando il senso di appagamento e sazietà che riduce l’appetito e la fame; per arrivare a questa condizione c’è bisogno di un ribaltamento totale del comune modo di nutrirsi, che di solito si basa su alimenti generici di tantissime varietà e apporti nutrienti, mentre nella dieta chetogenica si va ad annullare del tutto l’assunzione di carboidrati, a favore di proteine e grassi sani.

In assenza di zuccheri e carboidrati, l’organismo attiva un naturale processo di sostentamento, andando a ricavare le sue energie dai grassi che risultano essere unica fonte adatta al suo scopo. In questo modo si riescono a bruciare esclusivamente i grassi, andando a perdere rapidamente peso.

A questo proposito esistono diversi integratori per favorire la ketosi, uno di questi è Keto Actives.

Varianti della dieta chetogenica:

Già dal secondo o quarto giorno di dieta chetogenica, il corpo arriva ad una condizione di chetosi, imitando le condizioni provocate dal digiuno.

Le diete correlate possono essere di vario tipo, ognuna con una variante diversa, a seconda anche di chi deve sottoporsi a questo particolare regime alimentare.

Uno schema di dieta chetogenica “ciclica” prevede l’inserimento di carboidrati per un paio di giorni a settimana, mentre quella “mirata” è pensata soprattutto per gli sportivi, che hanno la necessità fisica di consumare carboidrati esclusivamente nei giorni in cui si allenano.

Qualsiasi tipo di variante di dieta chetogenica si scelga, avrà sempre indicativamente un 75% di calorie giornaliere ricavate dai grassi, il 20% proveniente dalle proteine e solo il 5% saranno date dai carboidrati che, almeno nella prima fase, se si vuole perdere rapidamente peso, non devono superare i 20 grammi al giorno.

Dopo questa fase iniziale, se si desidera aumentare la quota di carboidrati, si dovrebbe puntare sempre a non eccedere i 50 o massimo 100 grammi al giorno, a seconda dell’approccio.

Dato che la dieta chetogenica, per funzionare correttamente, deve ricavare molta più energia dai grassi, essi non hanno una vera e propria misurazione in termine di grassi. Se ne potranno mangiare tanti quanti se ne ha bisogno per sentirsi sazi e appagati. Ovviamente, mangiare più grassi di quanto in realtà si abbia bisogno e voglia, può rallentare il dimagrimento, mentre mangiarne pochi potrebbe dare una sensazione di stanchezza e affaticamento. Il consiglio, dunque, è quello di mangiare quando si ha fame e arrestarsi quando si è sazi.

Dieta chetogenica – Cosa mangiare e cosa evitare:

Nella dieta chetogenica sono indicati tutti quegli alimenti e nutrienti capaci di sopperire il senso di mancanza dei carboidrati.

Gli alimenti da privilegiare sono, ovviamente, le carni, soprattutto quelle non lavorate, che hanno un basso contenuto di carboidrati e quindi adatte alla dieta chetogenica; le proteine, però, vanno sempre dosate correttamente, perché quelle in eccesso possono essere convertite in glucosio e questo potrebbe rendere più difficile l’ingresso in chetosi.

Da evitare sono le carni lavorate come salsicce, salumi e polpette, perché contengono carboidrati.

Un’altra categoria di alimenti chetogenici sono i pesci e i frutti di mare e particolarmente adatti sono i pesci grassi come il salmone. Anche le uova sono molto indicate in questo tipo di dieta e hanno il vantaggio di poter essere cucinate in ogni modo possibile, anche fritte nel burro o strapazzate. Altri grassi sono dati dai condimenti e quelli più sani sono sicuramente l’olio extravergine di oliva, il burro chiarificato e l’olio di cocco.

Le verdure migliori, invece, sono quelle verdi e a foglia, come il cavolfiore, i broccoli, la lattuga e la rucola. Da eliminare saranno invece gli alimenti come melanzane, aglio, cipolla, peperoni rossi e gialli e limitare il più possibile il consumo di latte e di yogurt magri, andando invece a preferire quelli col 5% di grassi.

Lascia un commento