Detergente intimo: Classifica dei migliori con guida alla scelta e prezzi

Quando scegliamo il detergente intimo, occorre tenere ben presente che da esso dipenderanno l’igiene e la salute di una delle zone più delicate, sensibili e importanti del nostro corpo.

In effetti, le parti intime, soprattutto quelle femminili, necessitano di un habitat perfettamente equilibrato, in cui possano svilupparsi e riprodursi i batteri “buoni”, a scapito di quelli patogeni, causa principale di infezioni, arrossamenti e pruriti.

Nel corso dello sviluppo fisiologico, la flora batterica insita in vagina e, di conseguenza, il pH delle parti intime subiscono importanti cambiamenti: nel periodo infantile (fino alla pubertà) il pH è generalmente neutro, con valori compresi tra 4.5 e 7.0.

Con lo sviluppo, invece, il pH diventa via via più acido, stabilizzandosi, nell’età fertile, tra 3.5 e 4.5; in seguito, con il calo della produzione di estrogeni e il sopraggiungere della menopausa, il pH naturale della vagina tende a innalzarsi, raggiungendo valori superiori a 5.0.

Si modifica il corpo della donna, ma cambia anche quello dell’uomo e, così, allo stesso modo, si alterano i valori alcalini delle parti intime maschili: a loro volta, risentendo dei cambianti ormonali e fisici, si attestano su valori di pH diversi, in relazione all’età e allo sviluppo.

In altre parole, l’attenzione per un’accurata igiene intima deve essere prerogativa di tutti: donne, uomini e bambini.

Ognuno dovrà possedere e utilizzare il proprio detergente intimo personale, individuandolo in relazione alle specifiche esigenze e necessità: non potrà esistere un unico detergente valido per tutta la famiglia, così come non potrà essercene uno migliore degli altri, in assoluto.

Per quanto si tenda ad abituarsi e ad “affezionarsi” ad un prodotto che ci abbia apportato benefici, sarà necessario, saltuariamente, sostituirlo, o almeno alternarlo, affinché il nostro organismo non si assuefaccia alle componenti, inibendone le qualità.

Ecco il motivo per cui, ogni individuo, per ogni fase della vita e per ogni esigenza temporanea, dovrà saper individuare il detergente intimo migliore.

Tipologie principali di detergenti intimi:

Offerta1
Saugella, Dermoliquido, Detergente Per L'Igiene Intima Quotidiana a base di Salvia Officinalis, 750...
  • Detergente intimo quotidiano per la donna in età fertile, con estratto di salvia officinalis (salvia)
Offerta2
Felce Azzurra - Detergente Intimo Fresco - pH 4.5 Freschezza Naturale - 250ml
  • PRODOTTO: Il Detergente Intimo Felce Azzurra Fresco è il prodotto ideale per l'igiene intima quotidiana e per chi necessita un boost di freschezza
4
CHILLY DETERGENTE INTIMO GEL 200ML NEW ANTIBATTERICO
  • Melaleuca Alternifolia Oil;Thymus Vulgaris Leaf Extract;Salvia Officinalis Leaf Extract;Sodium Laureth Sulfate;Cocamidopropyl Betaine;Sodium Chloride;PEG-40 Hydrogenated Castor Oil;Lactic...
Offerta6
Chilly Detergente Intimo Delicato, Detergente per l'Igiene Intima con Molecola Antiodore, Formula...
  • Il tuo intimo è delicato, usa prodotti specifici. Sul bidet, sotto la doccia e fuori casa. Cerchi difesa? Prova il detergente Chilly Delicato
Offerta7
Neutro Roberts Ecoricarica Detergente Intimo Delicato, Ricarica Detergente per l'Igiene Intima con...
  • GENTILE CON LA PELLE: le formule di Neutro Roberts Intimo sono naturalmente gentili e rispettano il pH intimo fisiologico

Per ogni sesso, ogni età, ogni condizione di salute o stile di vita, esiste un detergente più adatto di un altro.

La flora batterica dei genitali, le mucose e la rigenerazione cellulare, infatti, oltre ad essere estremamente soggettive, risentono anche di particolari condizionamenti, dovuti, almeno in parte, ad abitudini e comportamenti: eccessiva sedentarietà, o viceversa, frequente attività sportiva, la consuetudine di indossare indumenti intimi stretti e composti di tessuti sintetici, ma anche stress, allergie e intolleranze.

Molti, dunque, possono essere i fattori che influenzano e alterano il pH delle parti intime: per mantenerle in equilibrio, pulite e salvaguardarle da irritazioni o malattie, occorre prestare massima attenzione proprio alla scelta del detergente intimo, dando priorità alla composizione e alla tollerabilità, più che alla facilità di reperimento e all’aspetto economico.

Le tipologie di saponi intimi, oggi, sono molteplici: mentre fino a qualche tempo fa le maggiori differenze ricadevano tra detergente di marca (considerato maggiormente valido) ed economico, tra formato liquido (considerato più delicato) e solido, da qualche tempo sono disponibili, anche nella grande distribuzione, fluidi, gel, emulsioni a base oleosa e saponi intimi di tipo (para)farmacologico.

Occorre, prima di tutto, considerare le modalità di utilizzo e lo scopo principale: sarà il detergente quotidiano, ad azione generica idratante e rinfrescante, oppure dovrà risolvere qualche temporaneo problema (lenire arrossamenti, pruriti o bruciori, curare vaginiti, candidosi e infezioni batteriche)?

Di solito, non è consigliato prolungare l’utilizzo dei detergenti specifici oltre il mese, per evitare reazioni allergiche o peggioramento della situazione clinica, dato che si tratta di prodotti che, alla lunga, possono risultare molto aggressivi.

  • Tipologie di detergenti intimi specifici:

Un discorso a parte, riguarda la composizione dei detergenti intimi specifici per determinate problematiche o esigenze: così come abbiamo visto essere disponibili fluidi per donne, uomini, bambini e adolescenti, così esisteranno detergenti intimi per le donne in menopausa o in gravidanza e altri specifici per i giorni del ciclo.

In caso di alterazioni del pH o della naturale lubrificazione delle mucose, potrete scegliere un sapone intimo nutriente e idratante (con oli, grassi e arginina), oppure, piuttosto, deodorante e rinfrescante, lenitivo, per pelli sensibili o per mucose irritate (con glicina, timo e camomilla).
Questi detergenti intimi specifici, però, andranno utilizzati sempre con attenzione, per periodi limitati di tempo e sotto controllo (o prescrizione) del medico.

Gli ingredienti migliori:

In linea di massima, possiamo affermare che un buon detergente intimo per uso quotidiano avrà lo scopo di mantenere pulite e deterse le parti intime, mantenendo stabili, su parametri ottimali, i valori del pH fisiologico, evitando la proliferazione di batteri nocivi e prevenendo le infezioni.

Per questo è consigliabile controllare immediatamente il valore di pH indicato sull’etichetta: detergenti intimi con pH fisiologico compreso tra 3.5 e 5.0 possono considerarsi i migliori, più versatili e delicati.

L’ulteriore analisi della composizione interna darà il resoconto preciso del livello di qualità, intesa come tollerabilità e genuinità del detergente.
Sarà, quindi, opportuno verificare che, in composizione, non siano presenti (o lo siano, in quantità il più possibile ridotta) gli elementi inseriti, dall’UE e dal Ministero della Salute, nell’elenco INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients).

Affinché un detergente intimo possa considerarsi di buona o ottima qualità, ad esempio, non dovrà contenere parabeni, oli minerali, siliconi e neppure profumi, coloranti sintetici e possibilmente essere nickel-free e privo di residui metallici.
Solo con queste caratteristiche, infatti, potrà risultare ipoallergenico, altamente tollerabile e rispettoso dell’equilibrio dell’acido naturale.

Oltre a tutto questo, il detergente dovrà svolgere una profonda azione pulente (pur risultando delicato), prevenire le infezioni tramite un’azione antibatterica e disinfettare.

La differenza, infine, la farà la presenza di estratti di origine naturale o vegetale che, sfruttando i benefici offerti dalla natura, potranno lenire e calmare (come, ad esempio, la camomilla, l’aloe o la calendula), oppure profumare (malva, timo, lavanda).

La chimica e l’impatto ambientale:

È indubbio come, all’interno della composizione dei detergenti, siano necessarie parti chimiche, in grado di sopperire laddove l’ingrediente naturale non possa agire: molti fluidi intimi, ad esempio, presentano percentuali di acido lattico che aiuta la rigenerazione cellulare e aumenta la fertilità dei batteri buoni, altri sfruttano le qualità della glicina per contrastare l’insorgere delle infezioni, altri ancora contengono piccole particelle di arginina, in grado di disinfettare le micosi.

Non si può, infatti, pretendere che esistano detergenti intimi completamente naturali, ma è necessario esigere, soprattutto dai produttori internazionali più rinomati, un utilizzo sapiente delle corrette miscele chimiche, create in laboratorio.

È altrettanto importante potersi fidare di un detergente che sia testato e verificato, dotato di tutte le certificazioni sanitarie e ambientali, obbligatorie per legge.

Molte case produttrici, a tal riguardo, hanno fatto un passo ulteriore in avanti, adottando misure ecologiche anche per quanto riguarda la campagna anti-spreco e antinquinamento.
Sono stati, ad esempio, ideati dispenser di nuova generazione, realizzati in plastiche ecologiche, che permettono di utilizzare completamente tutto il detergente, senza sprechi e senza aggiunta, nella composizione, di aria od acqua.
Stessa attenzione, infine, è stata posta agli imballaggi e allo smaltimento dei rifiuti, con l’utilizzo di materiali biodegradabili e riciclabili.

Classifica dei migliori detergenti intimi:

detergente intimo migliore

  • Saugella Blu uso quotidiano – Detergente intimo migliore

Offerta
Saugella, Dermoliquido, Detergente Per L'Igiene Intima Quotidiana a base di Salvia Officinalis, 750...
  • Detergente intimo quotidiano per la donna in età fertile, con estratto di salvia officinalis (salvia)

Il detergente intimo più usato e conosciuto è, indubbiamente, Saugella, che presentiamo qui nella versione blu standard, per uso quotidiano; ricordiamo, tuttavia, che il marchio vanta un’esperienza di oltre 40 anni nell’ambito dell’igiene intima e che propone uno tra i cataloghi più assortiti di tutto il mercato.

Ogni prodotto è contraddistinto da un colore: questo, con etichetta blu, è il tipo più generico, valido per tutte le donne in età fertile, senza particolari esigenze o patologie.
La confezione, immediatamente riconoscibile, contiene 750ml di prodotto, quindi, pur costando poco di più rispetto ad altri prodotti, dovrebbe avere maggior durata (purché utilizzato in modo adeguato).
È un detergente intimo dermatologicamente testato, con pH perfetto a 3.5 e nella cui composizione interna sono rintracciabili estratti di malva officinale, olio di cocco e acido lattico che svolgono un’azione equilibrante, rinfrescante e delicata.

Tutti i detergenti intimi Saugella sono raccomandati dall’Ordine dei Ginecologi, rispondendo perfettamente all’esigenza di fare della prevenzione un’abitudine di vita.

Fino a qualche tempo fa, Saugella era considerato il leader indiscusso nell’ambito della cura dell’igiene intima: pur essendo, oggi, pareggiato da innumerevoli altri marchi, anche meno costosi, resta uno dei prodotti migliori e più apprezzati dai consumatori.

  • Elicryso – Detergente intimo per uso quotidiano

Questo detergente intimo di Depofarma appartiene alla fascia dei prodotti più costosi, anche se, prima di giudicare, occorre valutare la quantità (piuttosto abbondante) di fluido pulente contenuta nella confezione (500ml).

È uno dei detergenti commerciali più simile ad un prodotto farmaceutico: naturale ed estremamente delicato, ha un pH fisiologico che non altera in alcun modo l’acidità naturale della flora vaginale.

La sua composizione di base si concentra sull’estratto di camomilla e di elicriso, pianta con elevate qualità antinfiammatorie e antibatteriche, in grado di prevenire le infezioni, lenendo arrossamenti e pruriti.

Contiene, inoltre, acido lattico che rispetta le mucose interne ed esterne e può, dunque, essere tranquillamente utilizzato anche durante il ciclo, quando il pH ha maggior bisogno di essere preservato dai batteri patogeni, condotti dal contatto diretto e continuo con l’assorbente.

Si tratta di un detergente intimo davvero ottimo, rinfrescante e più delicato di molti altri.
Sarà sufficiente erogarne qualche goccia dal comodo dispenser e diluire con acqua, per ottenere un’emulsione perfettamente igienizzante e idratante.

Tutti i detergenti Depofarma sono testati dermatologicamente e idonei anche per le donne in stato di gravidanza, le neo-mamme e tutte coloro che facciano uso di contraccettivi orali (che non di rado possono provocare alterazioni della flora e delle mucose intime).

  • Gyno-Canesthen Inthima

Offerta
Gyno-Canesten Inthima Lenitivo Detergente Intimo con Glicina, Senza Saponi, Conservanti e Coloranti,...
  • Detergente intimo delicato ad azione lenitiva che dona sollievo alle parti intime soggette a irritazione

Proponiamo ora questo detergente intimo di tipo farmaceutico, specifico per pelli sensibili e irritate.

Di solito prescritto da medici e ginecologi, fino a poco tempo fa era disponibile esclusivamente nelle farmacie, mentre, di recente, è stato inserito anche nel catalogo online della grande distribuzione, ad un prezzo davvero vantaggioso.

È un sapone liquido di color bianco latteo, contenente glicina (per lenire e calmare le mucose), del tutto privo di sapone, coloranti e sostanze chimiche.
La sua composizione neutra agisce a livello antibatterico, contrastando il proliferare dei batteri: è consigliato, dunque, per ridurre e lenire irritazioni, candidosi e micosi batteriche.

Pur essendo un prodotto certificato e ben tollerato, andrebbe utilizzato solo per cicli di una o due settimane ed esclusivamente da donne in età fertile o in menopausa.

  • Bionike Triderm Intimate

Questo detergente intimo di Bionike è, di certo, quello più ecologico, testato e controllato: il marchio, infatti, si contraddistingue, da sempre, per la produzione di prodotti cosmetici completamente nickel-free e ipoallergenici, pensati per pelli sensibili e intolleranti.

Attento anche all’impatto ambientale, Bionike è leader nella campagna per l’ecologia: contenitori e imballi sono realizzati in materiali naturali e riciclabili.

Questa versione presenta un pH piuttosto alto (5.5) che per qualcuno potrebbe risultare troppo aggressivo: in tal caso, si consiglia di diluire il detergente con un po’ di acqua.
Avendo un pH tale, grazie anche alla sua azione tonificante e antibatterica, è un detergente intimo adatto anche agli uomini.

  • Alkagin detergente intimo quotidiano

Offerta
Alkagin Detergente Protettivo Idratante per l'igiene intima quotidiana a base di Malva, Tiglio e...
  • DETERGENTE PROTETTIVO Formulato con estratto di loto per la corretta igiene intima quotidiana, preserva l'equilibrio delle mucose e contribuisce a prevenire eventuali irritazioni

Concludiamo la classifica dei 5 migliori detergenti intimi con questo prodotto che, a nostro avviso, non solo è il più economico, ma anche il più delicato e naturale.

Viene venduto in un flacone contenente 400ml di prodotto, presenta pH fisiologico, ingredienti naturali e componenti di origine vegetale, quali estratti di malva, tiglio, calendula e fior di loto.

È un fluido neutro, ipoallergenico, privo di saponi, coloranti e derivati del grano, nickel-free e testato contro i residui di metalli pesanti, come cobalto, cromo, palladio e mercurio.
Il totale rispetto delle mucose si unisce a principi attivi in grado di prevenire le irritazioni, svolgendo, allo stesso tempo, anche un’azione protettiva e lenitiva.

Lascia un commento