Crema autoabbronzante: Qual è la migliore? Classifica top5, prezzi e opinioni

La crema autoabbronzante è un prodotto cosmetico formulato per dare alla pelle un aspetto abbronzato duraturo e naturale, senza però esporsi al sole. I prodotti sono simili a creme solari, lozioni o gel e vanno applicati su viso e corpo.

Dopo un determinato periodo di posa e alcune applicazioni, si ottiene una colorazione ambrata, simile a quella raggiunta dopo l’esposizione alle radiazioni ultraviolette (UV). Se un’abbronzatura sana e uniforme si raggiunge dopo una decina di giorni di esposizione solare, grazie all’attivazione della melanina, l’effetto self tan si ha dopo un paio di giorni.

Anche se spesso accade, non bisogna cadere nell’errore di pensare che la crema autoabbronzante funga anche da protezione dai raggi UV. Infatti, il meccanismo di pigmentazione dell’autoabbronzante non va in alcun modo a coinvolge la produzione di melanina.

Di conseguenza, il colore raggiunto a seguire dell’applicazione costante è artificiale e non consente alla persona di poter andare al mare, con l’arrivo della bella stagione, è prendere il sole senza protezione e senza scottarsi.

Quindi, quando ci si abbronza naturalmente al mare o in montagna bisogna dotarsi di crema solare adeguata al proprio fototipo, a meno che l’autoabbronzante non abbia anche l’indicazione dell’SPF, ossia Fattore di Protezione Solare. In commercio ci sono diverse creme autoabbronzanti che contengono all’interno anche i filtri protettivi per il sole e possono essere usate anche al mare.

Come funziona la crema autoabbronzante?

1
Garnier Ambre Solaire Latte Autoabbronzante Natural Bronzer, Risultato Visibile in 1 Ora, Arricchito...
  • Latte autoabbronzante per viso e corpo per un colorito naturale e radioso e una pelle baciata dal sole tutto l'anno, Asciugatura rapida
3
NIVEA - Lozione per il corpo tonificante + abbronzante Q10 (200 ml), trattamento per un'abbronzatura...
  • Per un’abbronzatura delicata: la crema idratante Nivea garantisce un'abbronzatura delicata e uniforme senza striature e una pelle soda, come baciata dal sole.
5
Lozione Autoabbronzante Viso e Corpo con Guanto Abbronzante - Olio Abbronzante Vegan per Viso e...
  • 🌟 Prodotto negli Stati Uniti sotto stretti controlli di qualità e con oli biologici certificati (olio di oliva, olio di argan, olio di jojoba, olio di cocco, olio di avocado), aloe vera biologica,...
6
Garnier Ambre Solaire Spray Autoabbronzante Natural Bronzer, Risultato Visibile in 1 Ora, Arricchito...
  • Spray autoabbronzante per il corpo per un colorito naturale e radioso e una pelle baciata dal sole tutto l'anno, Copertura media, Asciugatura rapida
7
lavera Crema Autoabbronzante • Cura Solare • Crema Autoabbronzante • Cosmetici Naturali •...
  • Abbronzatura naturale e uniforme & idratazione prolungata del viso; dona alla pelle del viso un incarnato uniforme e naturalmente radioso

L’autoabbronzante non va ad agire sulla produzione della melanina, poiché questa si attiva solo se ci si espone ai raggi solari, ma l’effetto self tan è possibile grazie alla presenza di sostanze, quali il diidrossiacetone (DHA), che reagiscono con le proteine di superficie della pelle.

Tale interazione crea complessi colorati, dall’ocra al bruno, che danno l’effetto di abbronzatura. I prodotti di nuova generazione sono così efficaci grazie alla formula a base di DHA, spesso associato a eritrulosio e caramello, che permettono di ottenere un colorito più scuro, ma naturale. Inoltre le creme contengono anche complessi idratanti e vitamine antiossidanti.

La colorazione della pelle compare dopo qualche ora dall’applicazione del prodotto e scompare dopo un paio di giorni a causa dello sfaldamento degli strati superficiali dell’epidermide per il naturale ricambio cellulare. Per ottenere il colorito desiderato, ma in modo graduale, le creme autoabbronzanti di ultima generazione sono formulate per pigmentare la pelle per step: si passa dal dorato all’ambrato fino al bronzeo. Inoltre, le formule più recenti non macchiano gli abiti e si attenuano senza sporcare o lasciare tracce.

Per mantenere più a lungo l’effetto della lozione si consiglia di: usare detergenti ricchi di sostante nutritive ed emolienti per evitare che la pelle, doccia dopo doccia, di desquami; acquistare un buon idratante e di ricorrere, una volta a settimana, a uno scrub. Grazie all’esfoliazione si toglie l’opacità data dalle cellule morte e si ridà uniformità e luminosità alla pelle.

I vantaggi della crema autoabbronzante:

crema auto abbronzante

La maggior parte delle persone si piace di più con un colorito abbronzato: la pelle è più luminosa, gli occhi risaltano maggiormente e i vestiti sembra stiano meglio sul corpo. L’abbronzatura sfina la figura e ringiovanisce le persone. Inoltre una pelle più scura fa pensare all’estate, al caldo, al sole e alle tanto agognate vacanze.

Purtroppo non è possibile essere in ferie ai Tropici tutto l’anno e molti, per ovviare almeno un po’ a questa mancanza, utilizzano le lampade a raggi UVA e UVB, che tuttavia non sono salutari se usate spesso poiché possono danneggiare la pelle, dato che penetrano in profondità e distruggono capillari, collagene ed elastina. Inoltre sono una spesa piuttosto onerosa.

Un’alternativa meno invasiva, più economica ma che garantisce ottimi risultati è la crema autoabbronzante. Il prodotto permette di ottenere un’aria da vacanza e rende il colorito sano e luminoso, aiutando la persona a risparmiare una quota di raggi UV. Inoltre la crema self tan consenti di ridurre i danni da eccessiva esposizione, ossia rughe e macchie solari ed è pratica da usare e stendere.

Come scegliere la miglior crema autoabbronzante? Consigli:

A seconda della tonalità e dell’incarnato di partenza è possibile scegliere la versione di autoabbronzante più adatta. Senza tener conto di questi aspetti infatti si rischia di ottenere un colore troppo intenso e aranciato o una pigmentazione innaturale.

Le tipologie di autoabbronzante sono in crema e spray, da stendere sulla pelle asciutta ed esfoliata con uno scrub. Il prodotto va applicato in modo uniforme con movimenti ampi e circolari, senza usare troppa lozione e sfumando su piedi e mani. Per aiutarsi nell’applicazione è consigliabile usare un guanto di spugna professionale, specialmente se si è poco esperti. Utilizzare solo le mani aumenta il rischio di non distribuire bene la lozione. La crema autoabbronzante garantisce un’idratazione maggiore e dura più a lungo rispetto alla versione spray, si asciuga però più lentamente.

La tipologia spray va nebulizzata a circa 30 cm di distanza dal corpo e permette di ottenere un risultato immediato e un’asciugatura veloce, ma non va usata sulla pelle secca. Una terza opzione è costituita dalle salviette autoabbronzanti: una soluzione pratica e perfetta specialmente al termine delle vacanze per ravvivare l’abbronzatura prima che scompaia del tutto.

Classifica delle migliori creme autoabbronzanti:

crema autoabbronzante migliore

Il mondo della cosmesi e del beauty è in continuo fermento: vengono lanciate sul mercato soluzioni innovative, bio e che promettono spesso veri e propri miracoli. Per scegliere la migliore crema autoabbronzante non è necessario spendere grosse cifre di denaro, ma è importante individuare il proprio incarnato e valutare con attenzione la qualità e gli ingredienti del prodotto che si vuole acquistare.

  • Sunless Instant Rich Bronze – Crema autoabbronzante

La crema autoabbronzante Australian Gold è un prodotto molto valido sia per la qualità degli ingredienti sia per l’effetto molto naturale che conferisce al corpo. L’abbronzatura ottenuto non è molto scura, ma leggermente dorata, perfetta per eliminare il pallore, ma non per ottenere un effetto abbronzato, quasi bronzeo.

Per quanto riguarda la qualità, a livello di INCI, la crema è di ottimo livello: non contiene oli minerali, paraffine e alcol, ma vi sono diversi estratti vegetali, che danno un effetto emolliente e idratante. Inoltre, la presenza di burro di karitè, aloe e caffeina garantiscono le vitamine, come la vitamina C, che ha un effetto antiossidante. Il prezzo non è eccessivo, ma è di sicuro una crema di fascia medio-alta.

  • Crema Autoabbronzante Collistar

No products found.

Una delle migliori creme autoabbronzanti è del brand Collistar: idratante, elasticizzante e dall’effetto naturale. La lozione è specifica per il viso e, grazie all’esclusiva formulazione, permette di ottenere in poco tempo e senza sole, una colorazione radiosa, naturale e uniforme.

Tra gli ingredienti principali ci sono l’olio di germe di grano, il sorbitolo e le vitamine A (retinolo) ed E, che prevengono l’invecchiamento cutaneo e danno dratazione ed elasticità all’epidermide. La crema self tan va applicata più volte al giorno per ottenere l’intensità di abbronzatura desiderata e va stesa un paio di volte alla settimana per mantenere il colore.

La crema autoabbronzante di Collistar è l’ideale per dare colore alla pelle pallida o per intensificare l’abbronzatura solare. La profumazione è leggera e piacevole e la lozione regala una doratura. Ha un prezzo medio e si può acquistare in profumeria oppure online.

  • Avene Soluzione Autoabbronzante – Economica

Avene è una crema autoabbronzante idratante, dalla consistenza leggera, non grassa e dal profumo tenue. La lozione è adatta a tutti i tipi di pelle, ma è perfetta per le carnagioni che hanno più difficoltà ad abbronzarsi e si ustionano con facilità. Il prodotto non è comedogeno e non ha parabeni.

Avene è una soluzione ricca di proprietà lenitive e addolcenti, adatta anche per le pelli più sensibili. La crema self tan va applicata tutti i giorni, almeno inizialmente, per poi limitarsi a un paio di volte a settimana per mantenere il colorito. Dona un colorito naturale e uniforme. Avene si acquista online o in farmacia è a un prezzo medio.

  • Lancaster Infinite Bronze

Offerta
Lancaster Infinite Bronze - Face Bronzer Spf
  • Lozione anti-imperfezioni della marca lancaster; prodotti di cura della pelle 50 ml

La crema autoabbronzate di Lancaster è un ottimo prodotto, in cui la molecola di DHA di origine vegetale viene abbinata alla melanina, attivatore naturale del colore scuro, e all’olio di Macadamia, perfetto per idratare la pelle e renderla elastica e morbida.

La lozione si caratterizza per un colore scuro, dal profumo delicato e da stendere con un massaggio leggero. Prima dell’applicazione è necessario depilarsi, esfoliare il corpo per rimuovere il primo strato della cute, così da consentire un assorbimento uniforme della lozione. Il risultato è un’abbronzatura naturale e duratura. Il prezzo è nella media.

  • Nivea Q10

NIVEA - Lozione per il corpo tonificante + abbronzante Q10 (200 ml), trattamento per un'abbronzatura...
  • Per un’abbronzatura delicata: la crema idratante Nivea garantisce un'abbronzatura delicata e uniforme senza striature e una pelle soda, come baciata dal sole.

Tra le creme autoabbronzanti più economiche si segnala la lozione corpo rassodante e abbronzante Q10 della Nivea. La crema conferisce alla pelle una delicata luminosità, senza striature e irregolarità. Il coenzima Q10 migliora l’elasticità della pelle dopo una decina di di applicazione, nutrendo il corpo.

Il prodotto va applicato in modo uniforme, evitando il contatto con i vestiti fino al completo assorbimento. La crema Nivea ha un prezzo molto accessibile ed è reperibile anche al supermercato.

Consigli per utilizzare la crema autoabbronzante al meglio:

Per ottenere i risultati desiderati, la crema autoabbronzante va utilizzata seguendo alcune semplici indicazioni, quali:

  • applicare il prodotto solo sulla pelle ben esfoliata e liscia, senza dimenticare nessuna zona. La crema non va stesa su superfici disidratate o secche e va spalmata con attenzione nelle aree più cheratinizzate, come ginocchia, caviglie e gomiti, per evitare che compaiano macchie di diverso colore;
  • scegliere creme autoabbronzanti di qualità e testate dermatologicamente. Il DHA è instabile e potrebbe provocare delle reazioni con svariate categorie di ingredienti, di conseguenza è preferibile usare solo prodotti testati. Non per forza bisogna comprare la lozione più costosa o del brand più noto, ma è necessario prediligere creme di marchi abbastanza conosciuti e che agiscano in modo graduale;
  • stendere la crema self tan nel modo corretto poiché, diversamente, verranno evidenziati alcuni tratti del corpo, le rughe ed altre imperfezioni. Le formule sono sempre più evolute proprio per evitare effetti collaterali, ma se non si seguono le istruzioni d’uso è possibile che si creino delle macchie e sfumature color carota;
  • usare la giusta quantità. Se si è steso troppo prodotto è consigliabile cospargere il corpo con dell’olio per neonati e lasciare in posa per 10 minuti. Subito dopo bisogna lavarsi con acqua calda ed esfoliare. Invece se si è usata poca crema self tan, temendo di diventare troppo scuri, è meglio prediligere una lozione ad abbronzatura graduale, per tenere sotto controllo la pigmentazione;
  • applicare su tutto il corpo e non solo sulle parti esposte. Il rischio che la differenza di colore tra le zone sia evidente è molto alta. Si pensi, ad esempio, al doppio colore, davvero poco estetico, tra il décolleté e il viso. Per evitare tale effetto è necessario stendere la crema con cura.

È nociva per la salute?

Come qualsiasi cosa, se usata correttamente e non troppo di frequente, la crema autabbronzante non è pericolosa. Di sicuro è importante seguire quanto riportato sulla confezione, evitando il contatto con le mucose, l’inalazione e rispettando la data di scadenza. A livello di componenti, è necessario ricordare che l’ingrediente DHA può aumentare i radicali liberi, ossia dei prodotti intermedi naturali del metabolismo cellulare, nella pelle esposta al sole.

I radicali liberi, se entrano a contatto con sostanze sbagliate, possono scatenare una reazione, anche aggressiva. Nelle creme autoabbronzanti l’effetto in questione è placato grazie alla presenza di altri ingredienti. Inoltre, bisogna ricordare che il DHA è presente sulla pelle solo per limitato lasso di tempo, subito dopo l’applicazione.

Per dormire sonni tranquilli, soprattutto chi ha una pelle particolarmente sensibile, può testare il prodotto su una parte del corpo poco visibile per vedere il risultato a livello di colore e se la pelle manifesta qualche reazione allergica.

Attenzione a usare la crema autoabbronzante se si soffre di evidenti discromie cutanee, quali la vitiligine, di macchie cutanee molto scure o di reazioni cutanee o acneiche. Anche se si è in fase mestruale, l’impiego della lozione self tan potrebbe non dare i risultati attesi.

Lascia un commento